> CAPITOLO 21< SCENT OF THE SEA

Scent of the Sea – Chapter 21

ALL LANGUAGES 👇

https://m.facebook.com/story.php?story_fbid=620321722251762&id=276785086605429

POST 21

🔮 6 LUGLIO ANNO 1944 – INCONTRO  DELLA MAGA ADSA CON IL                 COLONNELLO STAUFFENBERG NEL MONDO PARALLELO 🔮

Se la storia si ripete, e accade sempre l’inatteso, quanto incapace dev’essere l’uomo a imparare dall’esperienza. @George Bernard Shaw

Una bionda e riccia soubrette teutonica, truccata vistosamente, stava cantando una melodia che sembrava una brutta copia di un successo di Marlene Dietrich. Una canzone che andò in voga, prima ancora che nascesse il nazismo. Nazismo e abominevole intolleranza razziale che costrinse la mitica cantante Berlinese a esiliare negli States. Nel locale Hofbräuhau, un grande telone rosso esaltava un cerchio con all’interno tutto un fondo bianco e sopra di esso una svastica nera. 

Mentre la bionda soubrette continuava a cantare lentamente e con spiccato accento crucco, verosimilmente incurante del telone rosso alle sue spalle e delle coppie ambiguamente innamorate, sedute ai tavoli a lei vicini, la maga Adsa si trovava all’interno del bagno per signore, seduta sul coperchio del water. La chiaroveggente sembrava che parlasse da sola, ma in realtà stava comunicando con i suoi amici spiriti:

«Voi siete matti, chi me l’ha fatto fare a venire fin qui con voi! Stasera rischio le penne! Il viaggio in treno è stato un calvario. A ogni fermata il controllore continuava a verificare i miei documenti e il biglietto. Sembrava che volesse portarmi allo sfinimento, convincermi a scendere dal treno e tornare in patria. Ogni volta mi faceva la stessa domanda: Qual è il motivo del suo viaggio in Germania? … E io sempre la stessa risposta… Devo recarmi alla casa di tolleranza Schöne Italiener Frauenhäuser…E lui sempre lo stesso sguardo da ebete. Evidentemente voleva che io gli facessi un bel servizio gratuito delle mie grazie. Ma non ho ceduto, non sarei andata insieme a lui neanche se mi avesse ricoperta d’oro, brutto viscido schifoso!»

👁️Dai Adsa, tutto sommato è andata bene, ma lo sai che sei la donna più bella e affascinante dentro questo locale di crucche grossolane? Disse la voce incorporea di Xavier. 

Poi la maga sentì ridacchiare gli spiriti all’unisono e in tono scocciato disse a loro: 

«Ma vi sembra il caso ora di fare dell’ironia? E poi mi dite quando cavolo devo andare nel bagno degli uomini a parlare con Stauffenberg? Non ne posso più, questa attesa mi sta facendo impazzire!» 

👁️Su dai Adsa, ormai ci siamo, tieni duro. Disse lo spirito di Ginevra.

Infatti il colonnello Stauffenberg stava terminando di parlare con l’alto ufficiale tedesco per convincerlo a fare il colpo di Stato: 

«… Ha ancora tempo per redimersi, solo Dio può giudicarci ora…» 

👁️Okay ci siamo Adsa, possiamo passare all’azione. Stai, tranquilla, respira profondamente e io ti farò da interprete nel colloquio col colonnello. E ricordati bene di essere decisa, non mostrare tentennamenti. Il destino dei due mondi dipende tutto da te. Disse lo spirito di Ludmilla. 

«Sì, sì! Ci dici poco? E mi dite di stare calma quando ho una responsabilità così grande?» 

👁️Hai ragione cara, scusami ma il tempo stringe… aggiunse Ludmilla.

L’improvvisato agente segreto dei due mondi, fece un lungo respiro profondo e si recò nel bagno degli uomini, subito dopo alcuni secondi che uscì dallo stesso l’interlocutore di Stauffenberg. Non appena varcò l’ingresso si trovò di fronte il colonnello che le disse sorridendo: 

«Buonasera signora, penso che lei abbia sbagliato.» 

Adsa, rispose anche lei sorridendo: 

«Non ho sbagliato signor colonnello, sono entrata volutamente… perché ho un messaggio importante da comunicarle….Mi presento, sono Adsa, sono italiana e…sono stata contattata dagli spiriti di un mondo parallelo…Mi hanno convinta a venire da lei per comunicarle che l’operazione Valchiria fallirà, ma… se accetterà il mio aiuto, ci saranno molte probabilità che… la stessa andrà a buon fine e lei…non soccomberà.» 

Mentre la chiaroveggente disse queste parole, notò che il colonnello nonostante avesse la benda nera sull’occhio, era un uomo comunque molto affascinante. Stauffenberg rimase completamente allibito nel sentire quanto detto dalla maga. La bella signora italiana parlava un tedesco molto didascalico con pause fin troppo prolungate, come se ci fosse qualcuno che le suggerisse cosa dire, ma lei era sola. Inoltre pensò a come potesse essere a conoscenza di un’operazione così segreta e pericolosa. Ma le sorprese per il colonnello non finirono ancora. Adsa gli espose precisamente la lettera che lui fece alla moglie, quando era in guerra in Tunisia. Stauffenberg rimase senza parole. La maga concluse, svelando al colonnello il piano che già lui aveva in mente, da mettere in atto il giorno 20 luglio: l’attentato ad Adolf Hitler. «Allora, signor colonnello? Io sarò ai suoi ordini… Il 20 luglio potrò camuffarmi da uomo, da soldato, per esserle… vicino e aiutarla nella missione… Sono una specialista… nel travestimento, vedrà… che non si accorgerà nessuno… Lo possono testimoniare i miei amici spiriti… che sono qui con me». Ma subito dopo, ops, la maga fece un lieve sorriso amaro, rendendosi conto che Xavier, Ginevra e Ludmilla poteva sentirli solo lei.

ALL LANGUAGES 👇

https://m.facebook.com/story.php?story_fbid=620321722251762&id=276785086605429

Lascia un commento

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...