> CAPITOLO 31 < MAGENTA ROSSO SANGUE

ALL LANGUAGES 👇

https://m.facebook.com/story.php?story_fbid=pfbid024Ap46Qbzgzv7x6JKK9pozuTADrZhptcGW1dyQUsBcMHtBXrPCoik49iauEno2Q1rl&id=100063661542082

“Avere un incontro diretto con il killer non mi è mai capitato, proprio durante un indagine su di lui. Essere poi preso in giro in questo modo così sfrontato, ricevere una minaccia scritta sotto il naso e non accorgermi nemmeno”, pensò mestamente Longobucco dopo che usci dall’ufficio denunce e appurò che l’uomo con la barba aveva denunciato la perdita del documento d’identità. Beffa su beffa: aveva pure preso in giro la Caserma dei Carabinieri di Magenta, dichiarando l’identità falsa che apparteneva a un uomo defunto la mattina stessa nella città omonima.

Passarono ancora i giorni e i mesi, ma la stretta del Covid19 ritornò ancora sul popolo italiano. Ma si incominciò a intravedere uno spiraglio di luce in fondo al tunnel.

L’ allora Commissario per l’emergenza Covid19 Arcuri dichiarò ai media, nel corso della conferenza settimanale per fare il punto sulle attività per il contrasto e il contenimento dell’epidemia:

– Le prime dosi di vaccino anti Covid potranno essere somministrate in Italia a fine gennaio 2021, al termine del percorso di autorizzazione e sperimentazione. Saranno 1 milione e 700 mila le prime dosi del vaccino per le quali il ministero della Salute sta studiando il target dei primi destinatari.
La campagna partirà con un milione e 700 mila nostri concittadini, per arrivare a una platea più ampia, sia in funzione della crescente disponibilità delle dosi del vaccino che in funzione dell’auspicata disponibilità di dosi di altri vaccini che stanno arrivando alla fine della loro fase delle sperimentazione. Prestissimo riceveremo dal ministero il piano relativo al target e alle categorie che prioritariamente saranno sottoposte al vaccino.
Il target dei destinatari verrà individuato in funzione della loro fragilità e alla loro potenziale esposizione al virus. Quindi immaginiamo che le persone che lavorano negli ospedali siano tra i primi ai quali dover somministrare il vaccino, così come le persone più anziane e persone più fragili.
Il Governo Italiano ha deciso tempo fa, che per il nostro Paese il contraente per i vaccini sia il commissario per l’emergenza. E noi da tempo stiamo supportando due eccellenze italiane, Reitera e Tls, impegnate con risultati che speriamo definitivamente soddisfacenti sia nell’ambito dei vaccini che degli importantissimi anticorpi monoclonali». Arcuri ha, inoltre, annunciato la ceazione di almeno un ‘Covid hotel’ per provincia per alleggerire le presenze negli ospedali. «Serve allentare la pressione dei pronto soccorso,- ha spiegato il commissario – e oggi il governo mi ha chiesto di individuare nuovi spazi al di fuori degli ospedali, come i Covid hotel. Collaborerò con le regioni per individuarne almeno uno in ogni provincia –

E venne l’inverno e le amare restrizioni/Lockdown per il popolo italiano, ma, come annunciato da Arcuri, cominciarono i vaccini.

Nel frattempo il killer, non potendo agire sull’ultima preda da uccidere, si allenava in un bosco vicino alla sua residenza, a tagliare i tranci di tronco con l’accetta dei delitti. Mentre Antonia era ancora assistita da Virginia e sentiva molto la mancanza di Sergio. Era il periodo in cui il caro e gentile vicino, divenuto amico, si assentava per giorni.

Il killer rientrò in casa al calar del sole, dopo aver ritirato un pacco fermo posta all’Agenzia di Abbiategrasso. Non appena si trovò nel suo segreto scantinato lo aprì:
conteneva l’ultima maschera da indossare per il delitto, a completamento del suo disegno divino; la maschera dell’asino Ciuchino. E copiose lacrime scesero sulle scarpe e il pavimento. Erano quelle di Sergio che ricordava, con immagini frammentarie nella sua mente, una donna che guardava divertita il film cartoon di Shrek. E lui, giovane e puro ragazzo volontario, vicino a lei, che le faceva compagnia.

Delle urla atroci uscirono dalla bocca dell’uomo. Grida disperate di un uomo, il cui destino malefico impose a lui delitti efferati. Omicidi che dovevano avvenire, perché il male era necessario come il bene nel mondo. Così era da sempre, dalle origini della creazione dell’umanità.

Le urla continuarono ancora insieme alle lacrime e sarebbero uscite dallo scantinato di Satana, insieme alla sete di vendetta, non appena fosse arrivata la primavera. L’ultima primavera del diavolo.

ALL LANGUAGES 👇

https://m.facebook.com/story.php?story_fbid=pfbid024Ap46Qbzgzv7x6JKK9pozuTADrZhptcGW1dyQUsBcMHtBXrPCoik49iauEno2Q1rl&id=100063661542082

2 commenti

  1. notestowomen ha detto:

    How sad that the killer feels that these heinous crimes have been imposed on him and that these murders needed to happen because evil was as necessary as good. The devil has succeeded in deceiving this poor man.

    Piace a 1 persona

    1. carlobianchiorbis ha detto:

      It is a grim story. This is the good of it…

      "Mi piace"

Lascia un commento

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...